assomicroimprese

gennaio 9th, 2012

Articolo:

«No alla grande distribuzione»

News, by assomicroimprese.

Messaggeroveneto.
Lunedì, 09 gennaio 2012.

Perna: per evitare chiusure bisogna rilanciare i negozi di quartiere.

«Assomicroimprese, pur avendo chiesto di poter partecipare ai tavoli di confronto su tematiche importanti, non ha mai ricevuto inviti da parte dell’amministrazione comunale. Ricordo che abbiamo oltre 300 aziende associate in città e siamo rappresentativi, assieme alle altre associazioni datoriali, del tessuto economico cittadino». Così il presidente Gianluca Perna, prima di dirsi contrario alla previsione di nuove aree commerciali in città. «I nostri associati si dicono fortemente contrari all’apertura di altre aree perché bisogna, prima di tutto, valorizzare le attività esistenti» aggiunge Perna e avverte: «Se non si procede immediatamente con un confronto, al quale vogliamo prendere parte, rischiamo che molte micro-aziende chiudano con il rischio di lasciare a casa molti dipendenti».

Convinto della necessità di avere un Piano regolatore in grado di rilanciare il commercio non solo in centro, ma soprattutto nelle periferie, Perna invita il Comune a cercare sinergie tra i negozi cittadini e i centri commerciali esistenti. «Serve una visione d’insieme, una pianificazione efficace, ma che al contempo abbia obiettivi di lungo periodo. Bisogna smettere di ragionare a compartimenti stagni» conclude il presidente di Assoimprese prima di ricordare che chi ora protesta, leggi Confcommercio e Confesercenti, «forse non ricorda che già la giunta Cecotti e il Piano del commercio di Illy avevano favorito l’insediamento di grandi centri commerciali. Chissà come mai allora quelli che oggi protestano hanno addirittura agevolato questo processo?».

Back Top