assomicroimprese

marzo 4th, 2011

Articolo:

Consumo di latte crudo e rischi collegati

News, by assomicroimprese.

In Italia la vendita del latte crudo direttamente al consumatore è stata vietata per motivi sanitari per molti anni ma recentemente è stata autorizzata nel caso in cui lo si compri direttamente dal produttore, mediante un distributore automatico.

Tutti gli allevatori autorizzati a produrre latte alimentare, non solo bovino, ma anche di capra o di bufala, potranno vendere il latte crudo, previa autorizzazione, direttamente al consumatore. Le fattorie dove è consentita la vendita diretta del latte, sottoposte a particolari controlli da parte del Servizio Sanitario Pubblico di competenza, devono possedere allevamenti che rispettano requisiti di
salute degli animali e una serie di requisiti igienico sanitari e qualitativi.

Sul distributore automatico deve essere presente un’etichetta che, oltre i dati aziendali, deve riportare la temperatura di conservazione (4°C), deve contenere la dicitura “da consumarsi solo dopo bollitura” e l’indicazione della data di scadenza che non deve essere superiore ai 3 giorni.

Questo metodo di distribuzione del latte consente di riscoprire i sapori del latte crudo. Alcuni consumatori, hanno già dimostrato di gradire questo tipo di latte perché considerato più genuino o perché ricorda l’infanzia. Il latte crudo risulta effettivamente più ricco in enzimi e vitamine rispetto al latte pastorizzato tuttavia ai benefici si associano i potenziali pericoli di un alimento che conserva intatta tutta la flora microbica derivante dallo stato di salute dell’animale e dalle fasi di mungitura. Infatti, questo alimento se non trattato termicamente, può veicolare un’elevata varietà di batteri patogeni, tra i quali E.Coli verocitotossici in grado di causare gravi
danni all’uomo. Sono già stati segnalati casi umani di infezione da E.Coli O157: H7 associati al consumo di latte crudo sul territorio italiano e riscontrate diverse positività per E.Coli O157 sia nel  latte crudo, destinato come tale al consumo umano sia nelle feci di animali produttori.

Back Top